Visti & Norme per residenze

Visti per turismo in Vietnam

Premesso che per un soggiorno breve, fino a un massimo di 15 Giorni/14 Notti, i cittadini Italiani (e di altri Paesi Europei) possono entrare in Vietnam senza visto (normativa in vigore sino al 30 Giugno 2016 e di cui non si sa se verrà estesa la validità) ci rivolgiamo alle persone che desiderano trascorrere un periodo più lungo in Vietnam.

La via più semplice è la richiesta di un visto per turismo che può essere ottenuto all’arrivo in Vietnam presentando il passaporto, 2 fototessere e copia dell’autorizzazione alla concessione del visto rilasciata dal Dipartimento Immigrazione del Ministero della Pubblica Sicurezza del Vietnam (Tramite una agezia di viaggi o online).
Il visto turistico può essere richiesto per un periodo massimo di 3 mesi estendibile in Vietnam per altri 3 mesi.

Se il visto è Singolo (a un costo inferiore) scade alla prima uscita dal Vietnam, se il visto è Multiplo (a un costo maggiore) consente di entrare e uscire dal Vietnam un numero illimitato di volte durante il periodo di validità del visto stesso.
Alla scadenza dei 3 mesi, o dei 6 mesi in caso di estensione, è necessario uscire dal Vietnam, anche con un viaggio breve in un Paese limitrofo, come la Thailandia (che concede il visto sino a 1 mese gratuitamente) e rientrare richiedendo un nuovo visto di 3 mesi.

Il visto turistico multiplo viene concesso a seguito del pagamento di una tassa di circa 70 USD più alcuni costi amministrativi che variano da agenzia ad agenzia.

IMPORTANTE: Essendo l’Italia un Paese dove ha sede una Ambasciata del Vietnam, il visto dovrebbe essere richiesto in Italia tramite l’Ambasciata, prima della partenza.
Il costo è maggiore e, in effetti, non risulta che questa regola venga osservata.

Visti più lunghi, di 6 mesi o di 1 anno, vengono concessi per motivi di lavoro, nel caso abbiate una attività ufficialmente registrata in Vietnam.

L’esenzione visto (della durata di 5 anni) viene concessa ai coniugi di cittadini Vietnamiti.
In ogni caso anche le persone in possesso di “Esenzione Visto” devono, ogni 3 o 6 mesi, a seconda del timbro apposto all’ingresso nel Vietnam, o uscire per un breve periodo (anche solo di un giorno) oppure farsi apporre un timbro dall’Ufficio dell’Immigrazione competente per la località dove abitano.

La residenza viene concessa solo per motivi di lavoro/affari ed è molto complessa ottenerla.

Queste informazioni potrebbero non essere esaustive poiché le normative sono soggette a modifiche e revisioni.

Vi consigliamo dunque di verificarne l’esattezza presso l’Ambasciata del Vietnam a Roma o al Consolato del Vietnam a Torino (ufficiovisti@consolatovietnam.it)

Altri Paesi come la Thailandia o la Cambogia hanno normative differenti.

La Thailandia, tra le altre opportunità, concede il visto per residenza di 1 anno rinnovabile potendo dimostrare di avere un deposito presso una banca Thailandese di 800.000 THB (corrispondenti a circa 20.000 Euro)
Maggiori informazioni al sito:
www.thaiembassy.it/index.php/it/servizi-consolari/domanda-di-visto

La Cambogia concede invece abbastanza facilmente, e a costi ridotti, visti di lavoro per 1,3,6, 12 mesi, rinnovabili in loco.
I visti da 6 e 12 mesi sono visti multipli che consentono più ingressi in Cambogia, nell’ambito di validità del visto stesso.

Xin Chào!