Hoi An: Turismo

Hoi An sta diventando una delle principali destinazioni turistiche del Vietnam.

In effetti è una delle pochissime destinazioni in Vietnam, forse la sola, in cui esiste un turismo “residente” cioè un turismo di persone che scelgono di passare qui più giorni, in certi casi anche molti giorni, fino a qualche settimana, per gustare a fondo il fascino inconsueto di questa località che unisce una rilevante dimensione storica a un clima piacevole e alla presenza del mare.

Hoi An offre la possibilità di arricchire il soggiorno con corsi di cucina vietnamita e con corsi di lingua.
Nei dintorni pianeggianti si sviluppano decine di chilometri di strade e sentieri meta di piacevolissime gite in bicicletta, tra le risaie, ammirando il trascorrere delle stagioni scandite dai 2 raccolti annuali di riso, visitando tempi e pagode.

Nei pressi di Hoi An sorgono alcuni villaggi ognuno con peculiarità specifiche:
– Tra Que,dove la comunità coltiva la maggior parte degli ortaggi e della verdura consumata a Hoi An e nelle centinaia di hotel e ristoranti della zona.

– Thanh Ha, dove, nel sedicesimo secolo, si è sviluppato l’artigianato della ceramica, che è tuttora la principale attivià economica del villaggio.

– Kim Bong, villaggio di artigiani del legno, tra cui scultori, che sorge sull’ isola fluviale di Cam Kim, raggiungibile con una barca che trasporta anche bici e motorini.

– Can Tham, comune rurale che sorge su un’isola fluviale del fiume che bagna Hoi An, il Thu Bon, e che è ricca di scorci suggestivi sugli onnipresenti campi di riso e sulle intricate vie d’acqua interne, percorribili con le tradizionali barche circolari.

– La Pagoda Van Duc, fondata nel diciassettesimo secolo, una delle più venerate pagode tra le molte che sorgono a Hoi An, situata in una zona rurale sulle rive del fiume Co Co. Anticamente faceva parte delle vie d’acqua che, correndo parallele al mare, collegavano Hoi An con Da Nang.

Non distante sorgono località interessanti:
– My Son, il principale sito archeologico del Vietnam, che risale al periodo in cui l’Impero induista Champa dominava la regione (dal quarto al quattordicesimo secolo D.C.).
My Son era il più importante centro religioso e cerimoniale della regione

– Le Montagne di marmo, o Montagne dei Cinque Elementi, 5 colline di marmo e arenaria che sorgono sulla pianura tra Hoi An e Da Nang. Sono ricche di caverne e vi sono templi e pagode da visitare.

– Bho Hoong, nei pressi di un villaggio della minoranza Co Tu (una delle oltre 50 minoranze riconosciute dal governo Vietnamita, la maggior parte delle quali si trovano nel Nord del Paese).
Possibilità di escursioni in moto, jeep o minivan con 1 o più pernottamenti in confortevoli bungalow e trekking nei dintorni, al “sentiero di Ho Chi Minh” e nella foresta che circonda il villaggio.

– Hue e DMZ, escursioni di più giorni nella antica capitale dell’Impero Annamita e alla DMZ (Zona Demilitarizzata) situata sul confine fissato dall’armistizio e che divideva il Nord e il Sud Vietnam all’altezza del diciassettesimo parallelo.

– My Lai, sito del massacro omonimo, uno dei più tragici e, probabilmente, il più vergognoso episodio della Guerra del Vietnam.

– Le Isole Cham, al largo di Nha Trang dove è possibile fare escursioni in barca, rilassarsi su spiagge poco frequentate, praticare diving e snorkeling utilizzando i servizi di alcuni diving centers.

– Da Nang, la terza città per dimensioni e popolazione del Vietnam ospita interessanti attrazioni:
Il Museo Cham dedicato alla civiltà induista che regnò nel Vietnam Centrale e Meridionale tra il settimo e quindicesimo secolo, confrontandosi con l’Impero Khmer nell’attuale Cambogia e il Dai Cô Viêt che governava il Vietnam del Nord.
Il museo ospita sculture in bronzo e pietra scoperte a My Son e in altre località della regione.
A Da Nang si trova anche China Beach, la spiaggia così ribattezzata da GI Americani che, essendo Da Nang la principale base USA durante la guerra, vi trascorrevano il tempo libero praticando surf.
E si trova anche l’Asia Park, parco tematico molto frequentato dalle famiglie Vietnamite.
Dalla città si protende nel mare, rocciosa e ricoperta da una densa foresta, la penisola di Son Tra, meglio conosciuta con il nome di Montagna della Scimmia per una colonia di rari Langur Rossi che la abitano.
La strada costiera offre dei bei panorami, le spiagge sono piccole e poco frequentate, vi sono ristoranti in riva al mare che cucinano pesce e offrono la possibilità di fare il bagno.
Vi sorge un importante tempio dove è venerata una statua, chiamata dai locali “Lady Buddha” ma dedicata a Avalokiteśvara, il bodhisattva della compassione.
La statua, in marmno bianco, è colossale: alta oltre 60 mt.

Ba Na, a circa 50 km da Da Nang, in un paesaggio di montagne che fan parte delle Trường Sơn Mountains, sorge questa località, fondata dai Francesi nel 1911 come luogo per le loro vacanze, caratterizzato da un clima più fresco rispetto alla costa.
Esattamente come Da Lat più a Sud.
Dal 2013 Ba Na è collegata da una cabinovia e ospita un parco a tema, ma resta una località piacevole per passeggiate in un ambiente inusuale in Vietnam.

Tra Hoi An e Da Nang sorgono, per gli appassionati, 2 tra i migliori campi da golf di Da Nang: Montgomerie Links (www.montgomerielinks.com/) e il Da Nang Golf Club (www.dananggolfclub.com/)

Per cogliere (tutte) queste possibilità di escursioni potrete organizzarvi autonomamente oppure affidarvi ai numerosi operatori che hanno sviluppato programmi differenti:
tour in Vespa (uno degli “status symbol” vietnamiti), tour in moto nel Vietnam Centrale, escursioni in bicicletta, tour gastronomici alla scoperta di specialità culinarie che stanno purtroppo scomparendo, escursioni in barca lungo il fiume Thu Bon.

Oltre alle attività ludiche Hoi An offre un calendario di attività culturali.
Ogni mese, in concomitanza con il plenilunio, si festeggia la Full Moon Legendary Night con illuminazioni nella città vecchia.
Inoltre ogni mese si organizzano diverse attività e feste a tema .
Maggiori informazioni sono reperibili su una pubblicazione distribuita gratuitamente nei locali di Hoi An: “Live Hoi An – Free Local Maps” consultabile on line all’url www.livehoian.com/

Per informazioni, quotazioni, prenotazioni non esitate a contattarci.

Xin Chào!